A-m-b-e-r festival

Tratto da EduEDA
Versione del 15 Gen 2010 alle 16:38 di Daniele Trengia (Discussione | contributi)

(diff) ←Older revision | view current revision (diff) | Newer revision→ (diff)
Jump to: navigation, search
a-m-b-e-r sito web

Titolo

a-m-b-e-r festival di arte e delle tecnologie

Biografia

Il festival amber, viene organizzato da Bis (beden işlemsel sanatlar derneği- body-art process) ,un associazione interdisciplinare che si concentra sulla performance artistica e tecnologia. L’associazione è stato fondato nel 2007, per unire gli artisti e i ricercatori dei diversi campi artistici come la danza , il performence, il design, la musica, e anche l’ingegneria artistica e la tecnologia. Questa festival si svolge annualmente ad Istanbul dal 2007 in poi ed ospita diversi tipi di opere come performences, gli installazioni multimediali e interattivi, i seminari realizzati da artisti e gli intellettuali internazionali, nei diversi posti della città. Il festival, di cui l'obiettivo primario è quello di promuovere l'idea di un arte che è inscindibile dalla tecnologia e il corpo umano, con le installazioni interattive, va oltre essere una mostra esibita. Ciò rende partecipe lo spettatore e si propone ad un pubblico molto vasto e in più dà un’opportunità di esibirsi in campo artistico alle persone che lavorano nei campi puramente tecnici.

Sito web

http://www.a-m-b-e-r.org/

Poetica

07’ "Voice and Survival" "Voce e Sopravvivenza"

Il tema del primo anno di festival del 2007, è stato “voce e soppravivenza”. Durante questa fesival sono state imposte delle domande come “con l'aumento del ruolo delle tecnologie digitali nel mediare il rapporto tra uomo e il sistema, cosa succede alla voce nella sua incarnazione artistica , personale , sociale o viscerale ?” e come “che voce avrebbero le persone e la società uando l'arte, la tecnologia e la cultura non sono piu concetti eparati ma si intrecciano l'uno nell'altro?” Il festival si è focalizzato sulle tecnologie digitali che diventono sempre piu fondamentali nella nostra vita e ridefiniscono le nostre vie di comunicazione, la nostra parola, scritta, visiva e uditiva, e anche le nostre capacità sensorial. Nei fatti noi che dipendiamo da loro ogni giorno, di piu. Piuttosto che produrre una voce che incarna la nostra situazione, la nostra posizione nell’arte, nel pensiero, nell'amore o nella politica la tecnologia digitale è diventata una questione cruciale che si affaccia su tutti. Amber'07 riprende il tema della voce e della sopravvivenza in un mondo in cui la tecnologia digitale è diventata uno strumento per generare un mondo sublime.


08' "Interpassiva Persona"

Il tema dell’ anno 2008, invece, è stato “Interpassiva –persona” e ha sottolineato la tecnologia interattiva che è essenziale nella nostra vita, con la sua efficienza, velocità e fluidità . Nel mondo digitalizzato di oggi,siamo limitati con l'accesso ai sistemi che operano su scala mondiale attraverso la rete del computer personale. Ognuno di noi assume un ruolo sempre più importante in questa rete di relazioni che si basano solo sulla tecnologia interattiva e i nostri comportamenti e il nostro modo di pensare , consciamente o inconsciamente, dipendono da questa L'informazione prodotta come risultato di questa interazione assume un significato a sè ma continua a rappresentare in qualche modo il nostro vero essere. D'altra parte l'informazione come una cosa indipendente , non apprtiene più a noi ma diventa una nostra simulazione che determina i limiti della nostra relazione con il mondo In questo mondo in qui tutto dipende dalla tecnologia digitale possiamo diventare veramente soggetti attivi?

Opere

2007 partecipanti

Marcel.li Antunez Roca , performences : transpermia, protomembrana 
Jakob Leben / Robertina Sebjanic , installazione interattiva: pufi 
Johannes Birringer  , workshop: movi- lab 
Eda Kaban , installazione interattiva: m.e.s.s
Kostas Moshos / Mariela Nestora , installazione interattiva sonora “e-motion” 
Martin Hesselmeier / Karin Lingnau , installazione interattiva, SARoskop  
Daisy Bolter performance mabel
Francesco Monico installazione interattiva TAFKAV
Ayşegül Dalgıç installatione interattiva ; tempo, in qualche posto
Benoit Maubrey , performence, memorie digitali- feedback fred
Mladen Dolar, seminario
Burak Arıkan, installazione : terms&conditions ; workshop: network arts workshop
Christine Sugrue, intallazione interattiva, delicate boundaries
Nancy Mauro-Flude; performence , corpo, gioco,memoria,
Petra Dubach / Mario Van Horrik, installazione interattiva : slow motion
Tanja Perisic, installazione interattiva, place of living
Ekmel Ertan, installazione interattiva, tribute to buddha
Janez Jansa, installazione interattiva, Brainloop
Burçkaan Gürgün, installazione interattiva, journey to 8 hertz
Ismail Kasarcı / Burak Arıkan, workshop, computational visual design
Düğümküme, arti generativi, seminario 
Sinan Bökesoy / Daito Manabe, performence, beyond surface - below space
Difüzyon, four hundred second, presentazione delle artisti e festa
Islak Köpek, performence

2008 partecipanti

Alexa Wright
Barbara Musil
Bojana  Kunst
Burçkaan  Gürgün, Ece Dünderalp
CIANT
Clara Boj & Diego Diaz
Compagnia TPO
confipop
Dardex-Mort2Faim art group
Diffus  Design
Djeff  Regottaz
Emrah Kavlak
Geska Helena Andersson & Robert Brecevic
Harco  Haagsma
Immediate  Project
Janez Janša & Janez Janša & Janez Janša
Jeldrik  Schmuch & Ulrike Gollner
Krists  Pudzens
Loïc  Horellou
Luka  Frelih
Markus Kison
Mathias Fuchs
Mladen Dolar
Mustafa Bağdatlı & Osman Koç
Mustafa Bağdatlı & Osman Koç & Salih Alp Tugan
Mutlu Binark & Günseli Bayraktutan-Sütcü
Palindrome
Paul  Sermon
Robert  Pfaller
Sidabitball  
Umut Tasa 
Umut Özbay
Zeynep Gündüz

Webliografia