A DIFESA DEI DISABILI: differenze tra le versioni

Tratto da EduEDA
Jump to: navigation, search
Riga 1: Riga 1:
[[Image:005.jpg|right|frame|A difesa dei disabili]]
+
[[Image:025.jpg|right|frame|A difesa dei disabili]]
  
 
== Descrizione==
 
== Descrizione==
Riga 12: Riga 12:
  
 
==Credits==
 
==Credits==

'''Agenzia di pubblicità''': Publinter WPT
'''Case di produzione''': B.R.W. e Erre Tre
+

'''Agenzia di pubblicità''': Publinter WPT
 +
'''Case di produzione''': B.R.W. e Erre Tre

Revisione 14:29, 19 Dic 2007

A difesa dei disabili

Descrizione

La prima fase della campagna: “Aiutiamo i bambini handicappati a inserirsi nella scuola” si propone di portare l’attenzione sul problema dell’inserimento dei bambini disabili nella scuola, troppo spesso ostacolato dai pregiudizi e dagli egoismi dei genitori dei bambini normali e dalla mancanza di mezzi e di strutture. Il messaggio invita a prendere l’esempio dai bambini stessi, che familiarizzano facilmente anche con chi sembra diverso. “Un’amicizia che fa bene a tutti i bambini. Difendiamola dai pregiudizi dei grandi”.
Nella seconda fase si affronta il problema dell’inserimento dei disabili nel mondo del lavoro. “Handicappato significa che con il cervello e con le mani sa lavorare come tutti noi” e spesso con risultati sorprendenti. Pertanto “non buttiamo via energie preziose: aiutiamo gli handicappati a inserirsi nel mondo del lavoro”. Tutti i mezzi di comunicazione offrono spazi per la diffusione della campagna che si avvale del supporto di una locandina e del contributo dell’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Fanciulli e Adulti Subnormali) per l’organizzazione di molte manifestazioni locali a favore dei bambini disabili.

Anno

1977-1978

Credits

Agenzia di pubblicità: Publinter WPT 
Case di produzione: B.R.W. e Erre Tre