Centro studi politici e sociali Archivio storico - il Sessantotto

Tratto da EduEDA
(Reindirizzamento da Archivio il Sessantotto)
Jump to: navigation, search

L'Archivio il Sessantotto di Firenze è “un punto di riferimento, di studio e di documentazione per la vasta e complessa problematica che ha rappresentato e rappresenta tuttora (…) la sinistra rivoluzionaria” (Bertolucci Franco, direttore della "Biblioteca Franco Serantini" di Pisa)

Il logo del centro studi politici e sociali

Denominazione/sigla (acronimo):

Centro studi politici e sociali Archivio storico “il Sessantotto”

Anno di Fondazione/costituzione:

1984

Sede:

via G. Orsini 44, 50126 Firenze

Organi (struttura, organico, esponenti e collaboratori):

Presidente:
Maurizio Lampronti
Vice-presidente:
Adriana Dadà
Segretario:
Fulvio D'Eri
Tesoriere:
Giancarlo Benvenuti

Spazi utilizzati:

via G. Orsini 44, 50126 Firenze

Contatti:

mailto:archivio68@inventati.org

Sito ufficiale:

http://www.centroelsamorante.it/archivio68/index.html

Obiettivi:

Promozione e recupero della memoria storica del periodo attraverso iniziative, mostre e progetti di diversa natura.
Raccolta del materiale prodotto dai vari movimenti di massa per ricostruire il complesso clima politico, sociale e culturale negli anni precedenti e successivi al ‘68.

Settori di intervento:

Archiviazione, conservazione, promozione e diffusione della memoria storica della stagione dei movimenti in Italia.

Attività (ricerca/produzione/formazione/promozione):

Ricerca e catalogazione di materiale cartaceo o video sull’esperienza del 68 in Italia, sia a livello nazionale sia locale.
Collezioni delle maggiori testate giornalistiche appartenenti all’area della sinistra, sia ufficiale sia extraparlamentare.
Raccolta ed archiviazione del “materiale grigio”[1] di realtà locali e gruppi minori, con particolare riferimento all’area fiorentina.
Promozione di iniziative, dibattiti, cineforum e mostre per la sensibilizzazione e comprensione del particolare periodo storico.
Attività di ricerca, analisi e contatto di fenomeni sociali attuali inseriti nell’ambiente della controcultura.

Origine e storia:

L' Archivio storico il Sessantotto nasce nel 1984 dall’iniziativa di un gruppo di dodici ex militanti provenienti da esperienze politiche diverse, nel tentativo di preservare la memoria collettiva di questo particolare momento storico attraverso un ampio lavoro di ricerca e raccolta, per ricostruire e comprendere il clima sociale del tempo nella sua complessità.[2]
Il cuore dell’archivio è costituito tuttora dal materiale originario raccolto ed archiviato dai soci fondatori, creando così un corpus eterogeneo proveniente dalle diverse aree della sinistra rivoluzionaria: al suo interno, infatti, erano presenti anarchici; membri di Avanguardia operaia, Democrazia proletaria e Lotta continua; esponenti di matrice internazionalista e trozkista. L'attività di raccolta e documentazione è continuata sino ai primi anni novanta, sia da singoli militanti di sinistra sia da organizzazioni politiche in fase di scioglimento.[3]
La prima sede dell’Archivio era situata in via de’ Pepi in un fondo privato che, negli anni 70, aveva ospitato un centro di documentazione punto di ritrovo di vari collettivi della zona.[4] Nel 1988, dopo un breve periodo di collaborazione con il Comune di Firenze che affida all’Archivio l’incarico di occuparsi della commemorazione del ventennale del 68, la sede si trasferisce in Via Giano della Bella, per poi arrivare all’attuale sistemazione in via G. Orsini, nel centro Elsa Morante, che ospita attualmente varie associazioni di diversa natura.
Il gruppo originario dei fondatori si è nel tempo modificato, molti si sono allontanati negli anni immediatamente successivi alla fondazione, altri gradualmente. Per un periodo l’archivio è stato gestito solamente dall’attuale presidente Maurizio Lampronti, fino a che nel 2000 alcuni tra i membri del gruppo originario sono tornati a essere parte integrante nella gestione del suddetto. Nel corso degli anni ci sono state numerose collaborazioni esterne, con Università, singoli privati e gruppi locali, sia per scopi di ricerca sia per volontariato ed attivismo politico.
L'archivio è stato dichiarato di notevole interesse storico dalla Soprintendenza archivistica della Toscana con provvedimento n. 798 del 6 febbraio 2004[5]

Dotazione tecnica (sistemi/software/attrezzature…):

  • Trasformatore VHS-DVD Panasonic DMR-EZ 4949
  • Scanner EPSON 124OV
  • Scanner per diapositive
  • Ciclostile GERSTETNER 105

Progetti (realizzati/in itinere/da realizzare):

  • “Memoriale del bombardamento italiano di Barcellona del 1939” (da realizzare): Mostra fotografica al Caffè letterario Le Murate, Firenze
  • “Bookscanner” (in corso): Progetto in collaborazione con l’Accademia di Belle arti di Carrara di costruzione e messa in funzione di un bookscanner, che rimarrà in dotazione all’Archivio del 68.
  • “Cassette in movimento digitale” (in corso): Conversione in DVD di filmati su supporti VHS di interesse pubblico per la memoria storica. Costituzione di una video-teca di memorie storico-politiche con la raccolta dei vari video-documenti. Una copia DVD è rilasciata al proprietario.
Uno dei tanti manifesti conservati all'Archivio storico il Sessantotto.
  • “Digitalizzazione di diapositive” (in corso): Trasformazione di diapositive in formato digitale.
  • “Il Welfare e la Toscana: sanità,trasporti e scuola” (realizzato - Settembre 2013): Mostra documentaria sulle lotte e riforme nella sanità, nei trasporti e nella scuola nell'ambito della regione Toscana.
  • “Cineforum e presentazione libri” (realizzato - da Febbraio a Giugno 2012): Appuntamento mensile per proiezioni video e proposte di lettura presso la Sede dell'Archivio, Firenze.
  • “Aperistoria” (realizzato - da Ottobre 2011 fino al 2012): Serate di approfondimento storico-culturale a frequenza quindicinale. Realizzato in collaborazione con il circolo Arci San Niccolò presso la sede dello stesso, Firenze.
  • “Celebrazioni per il cento cinquantenario dell’Unità d’Italia” (realizzato - 2011): Due conferenze con proiezioni di argomento storico (la riconquista della Libia da parte di Mussolini) e contemporaneo (analisi dell'Italia berlusconiana). Realizzato in collaborazione con il Comune di Fiesole su iniziativa della Biblioteca Compiobbi.
  • “Lotte operaie e diritti: una storia infinita” (realizzato - 25/03/2011): Conferenza e proiezione del documentario auto-prodotto da Luigi Chezzi e Elena Comparini dal titolo “Lacrime e Sangue”, Circolo Arci Url San Niccolò, Firenze.
  • “I manifesti del maggio” (realizzato - dal 6 al 20/12/11): Mostra fotografica e documentaria presso il Mercato Centrale, Firenze.
  • “Lo stragismo degli anni settanta: da piazza Fontana all'Italicus” (realizzato - dal 2 al 15/12/10): Mostra fotografica e documentaria presso Coop le Piagge, Firenze.
  • “Pagine di Storia Contemporanea” (realizzato - Giugno 2011): Serie di conferenze a tema storico con il “Centro Anziani” di Via Luna, Firenze.
  • “La strage di piazza Fontana e l'informazione” (realizzato - dal 1 al 14/12/09): Mostra documentaria sulla strage attraverso la stampa dell'epoca. Realizzato in collaborazione con la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Firenze, presso il Polo di Novoli.
  • “Laboratorio sulla memoria digitale” (realizzato - 08/11/08): Incontro tecnico di confronto pubblico sul tema della conservazione e riproduzione della memoria.
  • “Convegno Ventennale - La stagione tra stragi e lotte di classe” (realizzato - 11 e 12/12/04): Convegno in occasione del ventennale dell'Archivio, sulla valorizzazione degli archivi della stagione dei movimenti.
  • “Convegno - Dal sessantotto a oggi. Continuità e mutamenti nei percorsi politici” (realizzato - 26 e 27/02/88): Convegno in occasione del ventennale del 68 con dibattiti e riflessioni sull'esperienza della stagione dei movimenti, i suoi esiti e le sue ripercussioni. Salone Santa Apollonia, Firenze.

Produzioni:

Pubblicazioni:

  • Il Sessantotto: la svolta, Archivio 68 (a c. di V. Nanni, M. Giappichelli), Firenze 2011
  • Spoon river 1968. Antologia corale di voci dai giornali di base, A. Benci, M. Lampronti, Massari, Bolsena 2008
  • Non vi avevamo assolti, il nostro maggio è tornato, opuscolo, Firenze 2007
  • Ti ricordi di piazza Fontana?, opuscolo, Firenze 1989
  • Le nostre canzoni, opuscolo, Firenze 1988
  • Hanno fatto il deserto e lo hanno chiamato pace, opuscolo, Firenze 1988

Manifestazioni:

File multimediali:

Video:

Audio:

Altro:

Augmented reality:

Latitudine: 43.76342

Longitudine: 11.27817

Link verso portali di augmented reality

Bibliografia:

Webliografia:

Sito ufficiale
SIUSA - Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche
Blog "Archivio il Sessantotto"
Rete degli Archivi - Per non dimenticare

Note:

  1. http://it.wikipedia.org/wiki/Letteratura_grigia
  2. http://www.centroelsamorante.it/archivio68/chi_siamo.html
  3. http://siusa.archivi.beniculturali.it/cgi-bin/pagina.pl?TipoPag=cons&Chiave=14653
  4. http://it.wikipedia.org/wiki/Centro_di_documentazione_di_Firenze
  5. http://san.beniculturali.it/web/san/avanzata-scheda-soggetto-conservatore?SAN_ID=san.cat.sogC.9504&id=9504

Tipo di scheda:

InteractiveResource

Soggetto (categoria) da Thesaurus Pico Cultura Italia:

http://culturaitalia.it/pico/thesaurus/4.1#archivi_enti
http://culturaitalia.it/pico/thesaurus/4.1#centri_di_documentazione

Soggetto (categoria, tags) a testo libero:

Archivio, memoria storica, lotta di classe, stagione dei movimenti, sessantotto

Voci correlate: