Braschi Graziano adb

Tratto da EduEDA
Jump to: navigation, search

BRASCHI, Graziano (Fiesole, 1937) Comincia la sua attività di umorista grafico (definizione che preferisce a quella di "vignettista") piuttosto tardi, nel 1966; e che finisce piuttosto presto, all'incirca nel 1982. Il vero esordio è, in ogni caso, nell'aprile del 1971 con «Ca Balà» , rivista di umorismo grafico e di satira politica, dove vi partecipa con disegni, fumetti e scritti. La sua collaborazione si estende anche ai volumi cartonati come Album del governo giallo e ai piccoli album monografici tipo La DC a fumetti. Partecipa anche alle antologie Il crudele e il politico (Edizioni Ottaviano, 1977), Humour mon amour (Il Candelaio, 1982), 30 anni fa... Ca Balà (Edizioni Il Pennino, 2001), e varie altre. Ha disegnato per la rivista «Humor Graphic», diretta da Luciano Consigli, e - sia pure sporadicamente - a «Il Male». Ha contribuito ad illustrare il libro L'umorismo erotico (Guaraldi, 1972). Ha partecipato a numerose mostre e manifestazioni di satira e umorismo grafico. La sua opera si può efficacemente definire dallo slogan che fu di «Ca Balà»: l'immaginazione feroce al potere!

Dal 1983-84 inizia la sua attività di studioso delle letterature di genere (in particolare quella horror e gialla) e di scrittore di gialli: tutt'altra storia in effetti ... anche se il periodo di umorista grafico, "felicemente archeologico", lo sta di nuovo interessando.