Foresta di fuoco

Tratto da EduEDA
Jump to: navigation, search

==Titolo== Foresta di fuoco


==Autore== Plessi Fabrizio


==Anno== 2001


==Luogo== Trieste, Galleria Planetario (2001); Roma, Scuderie del Quirinale (2002).


Sito web

http://www.plessi.it/op31.html


Descrizione

Videoinstallazione. Strutture in ferro 50x50x280, 12 monitor, programma pre-registrato, 12 elementi naturali. In Foresta di fuoco si avvale dell’immagine elettronica: grandi contenitori-canoe di ferro grezzo accolgono al loro interno tronchi di legno, che simbolicamente bruciano al “fuoco tecnologico�? contenuto nei monitor (si può udire anche il crepitio delle fiamme), e rimandano all’emozione allo stupore dell’uomo primitivo che scopre il fuoco, la sua luce e la sua energia, attraverso un cortocircuito tra passato e presente. In questa installazione, come frequentemente in altre opere, l’artista giustappone materia naturale con una forte valenza antropologica (come il ferro e il legno) e elementi naturali (come l’acqua o il fuoco) a materiali tecnologici, quindi contrappone naturale e artificiale, realtà e simulacro.


Collezione

==Genere artistico di riferimento== Videoarte


Bibliografia

  • 2004, Arte del Video, il viaggio dell’uomo immobile, a cura di Fagone Vittorio, Solimano Sandra e Bianda Lorenzo, ed. Fondazione Raggianti Studi sull’Arte, Lucca, pp. inserto allegato al catalogo della mostra.


Webliografia

http://www.plessi.it