Gropius Walter

Tratto da EduEDA
Versione del 19 Ott 2007 alle 10:51 di Marco.pedrelli (Discussione | contributi) (Biografia)

(diff) ←Older revision | view current revision (diff) | Newer revision→ (diff)
Jump to: navigation, search
Walter Gropius.
.


Personaggio:

Gropius Walter, architetto, designer e urbanista tedesco figlio e nipote di architetti che avevano importati posizioni ufficiali. Ritenuto il padre del Razionalismo in architettura.


Biografia

Gropius Walter Adolf Gerog, nasce a Berlino il 18 maggio del 1883 da una famiglia originaria del Braunschweig. Dal 1903-04 studia architettura presso i Politecnici di Monaco e dal 1905-07 di Berlino. Nel 1907 lavora come assistente dello studio di Behrems Peter a Berlino-Neubabelsberg fino al 1910 quando apre un proprio studio ed inizia sua attività di architetto e di designer autonomo, dove conosce Meyer Adolf che entrambi lasceranno agli inizi di giugno. Nel 1911 con Meyer aderiscono alla collaborazione con l’industria del Deutscher Werkbund dalla quale viene prescelto nel 1914 per realizzare gli edifici industriali all’esposizione di Colonia. Con lo scoppio della prima guerra mondiale alla quale vi partecipa come ufficiale fino 1918. Nel 1919 periodo dopo la prima guerra mondiale viene eletto Presidente del Consiglio di lavoro per l’Arte, Arbeijstrat fur Kunst, un’associazione di artisti d’avanguardia fondata a Berlino l’anno precedente. Con la riunione a Weimar dell’assemblea costituente nel mese di marzo nasce il 1° aprile dello stesso anno con la fusione dell’ex Istituto Superiore delle Belle Arti con l’ex Scuola di Arte Applicata, il Bauhaus Statale di cui Gropius è direttore. Nella quale per suggerimento di Itten Johannes entrerà nel 1920 a far parte del corpo docente Klee Paul, cui si aggiungeranno successivamente Schlemmer Oskar, Muche Georg. E nel 1922 Kandinskij Wasilij alla direzione dell’officina di pittura murale del Bahuaus. Organizzata dall’Arbeijstrat fur Kunst si apre a Berlino l’Esposizione di architetti sconosciuti con un suo saggio introduttivo. Nel clima di Weimar riprenderà la collaborazione con Meyer. 1922-24 Gropius quale direttore gli verrà associato come suo assistente Neufert Ernest, e nel 1926 viene costituita l’organizzazione professionale Der Ring, di cui fanno parte Gropius, May Ernst, Taut Bruno, Haring Hugo, Wagner Martin, Behrens Peter. Nel 1928 si dimette lasciando la Bahuaus. Cui lo seguiranno Breuer e Bayer che in giugno viene fondato i CIAM. Der Ring vi aderisce. Si trasferisce a Berlino dove iniziò il periodo di grande attività professionale. Gropius compie il suo primo viaggio negli Stati Uniti dove nel periodo 1928-31 collabora con Breuer Marcel . Nel 1929 Secondo CIAM. A Francoforte di cui Gropius, venendo eletto vicepresidente. Nel 1930 viene prescelto quale progettista e direttore della sezione del Deutscher Werbund . Nel mese di gennaio del 1934, Gropius, Wagner e Haring lanciano un appello alla Reichskutur Kammer un organizzazione nazista a tutela delle arti nazionali fondata da Goebbles per evitare la messa la bando di molti architetti progettisti del periodo Weimariano. Con l’avvento del Nazismo Gropius emigra in Inghilterra cui lo seguirà anche Breuer nel 1935 divenendo consulente della Isokon Forniture Company che si era costituita nello stesso anno. Nel 1936 inizia ufficialmente la sua collaborazione con Frey Maxwell. Nel 1937 viene chiamato dalla Harvard University di Boston, alla direzione della Graduate School of Design dell’Università di Harvard a Cambridge nel Massachusetts si trasferisce negli Stati Uniti. Negli Stati Uniti lo seguirà nuovamente anche Breuer M. dando inizio una loro collaborazione fra i due che durerà fino al dicembre 1941, per dei dissensi emersi in merito alla conduzione della didattica di Harvard . Nel 1942 l’Università di Harvard gli conferisce il Master of Art. Nel 1945 viene fondato a Cambridge il TAC, The Architects Collaborative di cui fra i soci fondatori figurano i seguenti nominativi; Fletcher Norman S., Flechter Jean B., Gropius Walter, Harkness Johan C. ,Harkness Sarah P., McMillian Robert S., McMillian Louis A. e Thompson Benjamin C. nel cui ambito prosegue la sua attività fino alla morte, avvenuta il 5 luglio 1969 a Cambridge, Boston.

.
.

Poetica

Amico di Wagner assessore socialdemocratico di Berlino si trovò ad operare in un clima di generale trasformazione riformista con numerosi progetti di ricostruzione urbana. Attraverso un itinerario che inizia dalle officine Fagus, e la successiva fase ricerca abitativa in Germania, con la realizzazione di alloggi di operai organizzati in quartieri, Seidlungen ubicati in prossimità delle grandi fabbriche. La Siemmenstradt del 1929 è il più famoso esempio di questi grandiosi quartieri di operai che evidenzia la testimonianza del lavoro di ricerca ideologica del Movimento Razionalista tedesco. La figura di Gropius Walter si inquadra culturalmente e ideologicamente nel clima della Repubblica di Weimar, in un mondo minacciato dall’irrazionalismo e dalla violenza l’architettura intesa come prodotto razionale dell’uomo. Poteva doveva diventare un mezzo di comprensione di un superamento dei conflitti sociali. Di qui la fede di Gropius nell’opera didattica. All'insegna del principio metodologico, in cui la teoria, trova una precisa collocazione funzionale, per tutte le discipline architettoniche, dal design all'urbanistica. Il suo tentativo è quello di recuperare la moralità del fare artistico, svolto soprattutto attraverso il Bahuaus, con uno studio accurato della tipologia edilizia e urbanistica per gli alloggi operai condotto secondo una metodologia mirata a configurare ogni scelta artistica sulla base di esigenze fisiologiche e psicologiche dell’uomo. L’accentuazione da lui data agli aspetti sociali dei problemi sia nelle opere e nei suoi scritti, si evidenzia nel concetto e costruzione del Bahuaus di Weimar 1923. Di ricostriure le nostre comunità (1945) contro l’impostazione fondamentale più innovatrice degli altri maestri razionalisti in particolare di Le Corbusier. Con la finalità di ritrovare e trasmettere ai giovani un rapporto di moralità costruttiva col mondo imprenditoriale. Dopo la chiusura del Bahuaus voluta ad opera dei Nazisti, Gropius riprende l’attività professionale progettando il Quartiere Danmerstock a Karlcsuhe , sviluppando dei lunghi blocchi tutti orienti a nord e a sud facendo favorire l’uniforme distribuzione dell’illuminazione solare forniti di percorsi pedonali che sono ortogonali a quelli carrabili e orientati da est ad ovest. Nella fase successiva all’esperienza Weimariana, Gropius compie degli studi approfonditi su due tipologie di casa unifamiliare e di casa alta cercando di individuare in entrambe quella che sono i lati positivi e i lati negativi. Parallelamente elabora ricerche sull’architettura modulare e sulla prefabbricazione, tali studi non troveranno applicazione nella Germania governata dai Nazisti, ma si rileveranno utili nello sviluppo successivo con l’esperienza Americana, dove realizzerà vari progetti tra cui quello del grattacielo del pan American New York.

.
.











Opere principali

1906-19 Periodo Gropius e Meyer , Berlino , Germania.

1910-11- Officine Fagus , Aalfeld-an-der-Leine , Germania .

1913- Locomotiva diesel .

1913- Ospedale , Alfeld-an-der-Leine , Germania .

Ufficio del consigliere regionale , Rummelsburg ,Germania .

1914- Padiglione dei motori Deutz, Colonia , Germania .

1919-25- Periodo Weimar ,Germania .

1921- Casa sommerfeld , Dahlem, Berlino , Germania .

1922- Uffici della Chigago tribune , Chicago .

1924- Casa von klitzing , Mar Baltico .

1924- Accademia internazionale di Filosofia , Erlangen .

1925-28- Periodo Bauhaus a Dessau , Germania .

1925-25- Edificio del Bahuaus , Dessau , Germania .

1927- Teatro totale .

1927-28- Ufficio municipale del lavoro , Dessau , Germania .

1929-34 Periodo professionale di Berlino, Germania .

1929- Quartiere sperimentale Haselhorst, Spandau , Berlino , Germania .

1929-30- Siedlung Siemensstadt , Berlino , Germania .

1930- Carrozzerie per automobili Adler , Francoforte , Germania .

1931- Palazzo del Soviet , Mosca .

1934-37 Periodo Gropius e Frv ,Londra , Inghilterra .

1936- Casa Duncan Miller , Sevenoaks , Inghilterra .

1937- Casa Gropius , Lincoln , Inghilterra .

1937-41- Periodo Gropius e Breuer , Stati Uniti .

1939- Padiglione Pennsylvania all’esposizione mondiale di New York , Stati Uniti .

1941-45 Periodo delle ricerche con Wachsmann ,Wagner , Stati Uniti .

1941- Cantiere residenziale di New Kensington presso Pttsbbrug , Stati Uniti .

1946-69 Periodo Gropius e il TAC , Stati Uniti .

1948- Junior HighSchool ad Attleboro , Massachusetts , Stati Uniti .

1949-50 - Harvard University Graduate Center , Cambridge .

1956-61 - Ambasciata Americana ,Sterre , Stati Uniti .

1957-61- Città Universitaria di Bagdad .

1958-63- Edificio della pan American Airways , New York , Stati Uniti .

1961- Uffici Federali John Fitzgerald Kennedy , Boston , Massachusetts , Stati Uniti .


  • 1911 – Officine Fagus ,Aalfeld-an-der-Leine .

La prima opera importante in collaborazione con Meyer Adolf nitida costruzione con struttura in ferro, presenta un corpo di fabbrica con pareti completamente vetrate che si articola con una forma ad L per rendere semplice agli uomini e alle macchine il lavoro comune: luce, aria per gli uomini e spazio e ordine per le macchine.


  • 1914 – fabbrica –modello all’esposizione del Deutscher Werkbund tedesco a Colonia .

Industria tipo con corpo uffici, autorimessa e sala macchine. Altra opera significativa del periodo che precede la prima guerra mondiale. Dove la cultura tedesca del ripropone il tema del padiglione come luogo ideale, nel tentativo di restituire simbolicità al lavoro industriale e presenza scenica per un adeguata presentazione del prodotto.


  • 1929 – Siedlung Siemensstadt di Berlino .

Progetto per la cooperativa edilizia che prevedeva la costruzione di 1800 alloggi in corpi edilizi in linea, la cui progettazione viene affidata a Bartning, Forbat, Gropius, Haring, Henning e anche Scharoun. Gropius progetta tre edifici a quattro piani con diversa distribuzione e diverso sviluppo. Case a media altezza e realizzate con la tradizionale tecnologia della muratura.


  • 1961 – Uffici Federali John Fitzgerald Kennedy , Boston , Massachusetts , Stati Uniti .

Parte del nuovo centro governativo realizzato successivamente alla sventramento di un’area degradata nel centro di Boston. L’edificio trovandosi collocato frontalmente al celebre Town Hall motiva il suo andamento di opposte direttrici, verticali e orizzontali, in riferimento alla netta destinazione funzionale tra il corpo degli uffici regionali e quello delle mansioni governative. Edificio a sviluppo verticale di 26 piani è composto da due lastre slittate in prossimità della colonna dei servizi per garantire un ampio affaccio ai locali, mentre l’edificio a sviluppo orizzontale esprime il tema opposto, ed è caratterizzato da una corte centrale con la disposizioni di oggetti in funzione prospettica. La struttura dei due corpi è in acciaio con rivestimento di materiale cementizio.


Musei

Sito web

Bibliografia

Gropius Walter, Meyer Adolf (1923), Weimar Bauten, Berlin, Wasmuth.

Gropius Walter (1925), Internationale Architktur, Bauhausbucher 1, Munchen, Albert Langen.

Gropius Walter (1936), The New Architecture and the Bauhaus, London, Faber and Faber.

Argan Giulio Carlo (1951), Walter Gropius e la Bauhaus, Torino, Einaudi.

Giedion Sigfried (1954), Walter Gropius –L’uomo e l’opera, Milano, Comunità.

Martston Fitch James (1960), Walter Gropius, New York, Braziller; edizione italiana, Milano, Il Saggiatore 1961.

Gropius Walter (1955), Scope of a Total Architecture, New York, Harper & Row; edizione italiana, Architettura integrata, Milano, Il Saggiatore 1955.

Berdini Paolo (1983), Walter Gropius, Bologna , Zanichelli.

Isaacs Reginald R., (1984), Walter Gropius, Der Mensch und sein Werk ,2 voll., Berlin, Gebr. Mann.

Nerdingen Winfried (1988), Walter Gropius – Opera completa, Milano, Electa; edizione originale, Berlin , Gebr. Mann 1988.

De Michelis Marco, Kohlmeyer Agnes(1996), Bauhaus 1919-1933, Milano, Gabriele Mazzotta.


Webliografia

SITI IN LINGUA ITALIANA


http://www.wikipedia.org/wiki/WalterGropius

http://www.itarchitettura.net/architettura/Gropius-Walter-14B9.html

http://www.arteitaliano.net/arte/Gropius-Walter-22A9.html

http://www.csapt.it/w/wa/waltergropius.html

http://www.archinfo.it/home.php?idnodo=2028

http://www.guzzardi.it/arte/pagine/correnti/gropius.html

http://www.encarta.msn.com/encyclopedia761563385/GropiusWalterAdolph.html


SITI IN LINGUA TEDESCA


http://deu.archinform.net/arch/498.htm

http://www.bauhaus-award.de/index.php?bibliography

http://dmoz.org/Arts/Architecture/History/Architects/G/Gropius,Walter/

http://waltergropius.lehikona.de/art/WalterGropius.html

http://www.gropius-druecker.de

http://www.bauhausstadt.de

http://www.bahuhaus.de/bahuaus1919/biographien/biographiegropius.htm

http://www.dhm.de/lemo/objekte/pict/17539-27/index.html

http://www.amazon.de/exec/obidos/tg/browse/-/556236

http://www.amazon.de/exec/obidos/tg/browse/-/1021


SITI IN LINGUA INGLESE


http://www.bc.edu/bcorg/avp/cas/fnart/fa267/gropius.html

http://www.aroots.org/architecture-books/architecture-books-1021.html

http://www.architecture.com/go/Architecture/Reference/Links1386.html