Guarneri Ludovico

Tratto da EduEDA
Versione del 26 Apr 2015 alle 22:53 di Cristina (Discussione | contributi)

(diff) ←Older revision | view current revision (diff) | Newer revision→ (diff)
Jump to: navigation, search

Guarneri Ludovico appassionato di viaggi orientali e artista nel campo della moda diventa a un certo punto della sua vita in cui si ammala di tumore, "malato esperto". Parallelamente inizia anche la sua carriera di scrittore dove si dedica alla promozione di medicina complementare e a sostenere la necessità di un rinnovamento dell'intero sistema medico che comporti una maggiore etica e una maggior umanizzazione nei confronti del paziente.

Ludovico Guarneri

Cognome Nome / Pseudonimo / Denominazione:

Guarneri Ludovico

Biografia:

Nasce nel 1951 a Firenze ma intorno ai sei mesi la famiglia si trasferisce sulla costa livornese dove trascorre la sua infanzia. A 17 anni torna nella sua città natale e si dedica nell'ambizioso tentativo di cambiare il mondo. A venti diventa disk jockey e lavora nel campo dell'animazione in una delle più frequentate discoteche toscane.

In seguito a un lungo viaggio in estremo oriente nel 1974 visita la Thailandia, la Malesia e l'Indonesia. Questa esperienza da cui torna profondamente cambiato, segna la sua vita futura. Due anni dopo, avendo formato una coscienza non violenta fonda e si stabilisce in una comune agricola vegetariana. Inizia a dedicarsi alla pittura su tessuto e sperimenta diverse tecniche diventando un artigiano poliedrico. Questa attività lo porta ad entrare nel mondo della moda e a dirigere per dieci anni un'azienda di abbigliamento. In seguito riduce la produzione limitandosi ad avere un piccolo negozio sul mare della costa livornese.

Nel 1991 intraprende il suo primo viaggio in India e da questo momento l'interesse per le pratiche orientali si sviluppa in maniera continua, portando Guarneri a collaborare in attività e a partecipare a due seminari dei Bramha Kumaris sul Monte Abu in Rajasthan.

Nel 1992 incontra casualmente nel suo negozio livornese un medico tedesco, Margherita. La donna diventa sua moglie e continua a viaggiare con lei o da solo verso l'India.

Nel 1995 si ammala di cancro e per un anno segue la medicina tradizionale sottoponendosi alla chemioterapia. Scopre la tisana di erbe Caisse Formula che lo aiuta nel processo di guarigione e si impegna a diffonderla.

Nel 1997 intraprende un viaggio in India e partecipa ad un importante seminario sull'omeopatia ma lo stesso anno purtroppo la malattia ricompare. Decide di rifiutare ogni terapia e si dedica alla ricerca di cure alternative, comincia quindi la carriera di "malato esperto" e parallelamente anche quella di scrittore. Scrive e pubblica il suo primo libro "La formula di Rene Caisse" e diventa l'assistente di un grande medico ayurvedico che gli insegna ad apprendere la psicologia della guarigione. Conosce lo scrittore Tiziano Terzani con cui condivide l'amicizia, l'amore per l'India, la cura e la malattia.

Nel 2002 termina la sua condizione di malato con una completa guarigione.

Nel 2004 pubblica un secondo libro "La cosa più stupefacente al mondo" - Avventure di un malato esperto dove racconta la sua esperienza di guarigione. L'introduzione del libro viene scritta da Tiziano Terzani e nel 2006 si ha la ristampa di una nuova versione.

Inizia una collaborazione con "Controradio" di Firenze nelle vesti di malato esperto e insieme alla giornalista Sabrina Sganga scambia opinioni e fa controinformazione sulla medicina ufficiale.

Nel 2009 pubblica un terzo libro "Viaggio nonostante tutto", una denuncia contro l'industria farmaceutica che si arricchisce a scapito del malato-consumatore ma anche un diario di viaggio in luoghi magici.

Attualmente vive nella campagna Toscana con la moglie Margherita e vive aiutando i malati di cancro a trovare una via di guarigione attraverso la leggerezza.

Sito web:

http://www.ludovicoguarneri.it

Poetica:

Ludovico Guarneri dopo il suo incontro con la malattia si appropria dello pseudonimo "malato esperto" attribuitogli da un infermiere scortese del Centro Tumori di Milano. Il giorno che scopre di essere malato comincia un viaggio nel mondo delle cure che lo porta in giro per il mondo.

Guarneri suddivide la categoria dei medici in due parti: i curanti sono quelli che si prendono cura del paziente mentre i noncuranti sono quelli che hanno altri scopi.

La sua curiosità, il fare continuamente domande, i suoi dubbi sull'infallibilità della medicina e i viaggi lo aiutano a costruirsi una visione del mondo ampia. Il viaggio viene visto come cura come un mezzo per aprire la mente e per conoscere persone straordinarie in gradi di guarire il corpo e la mente.

Oltre a farsi promotore di una medicina complementare allo stesso tempo denuncia i secondi fini delle case farmaceutiche che oltre ad utilizzare pubblicità ingannevoli sostengono il nucleare, gli OGM e gli inceneritori. Le critiche contro il sistema non hanno lo scopo di distruggerlo ma semplicemente di migliorarlo. Secondo Guarneri infatti è necessaria una nuova generazione di medici etici e di conseguenza di una umanizzazione della medicina che lasci spazio anche alla leggerezza necessaria nel processo di guarigione.

"Non dobbiamo dimenticare - dice Guarneri - che la cosa più stupefacente al mondo è che tutti noi, prima o poi, dovremo morire. Tanto vale vivere con pienezza e coscienza e, come dice Tiziano, ridere il più possibile."[1]

Opere:

  • La formula di Rene Caisse, Ludovico Gurneri, Anima Edizioni, Milano, 1997
  • Viaggio nonostante tutto, Ludovico Guarneri, Tea Edizioni, Milano, 2009
  • La cosa più stupefacente al mondo", Ludovico Guarneri, Anima Edizioni, Milano, 2004

Elenco esposizioni (anno, titolo, curatela, luogo, città):

File multimediali:

Video:

Audio:

Altro:

Augmented reality:

Latitudine:

Longitudine:

Link verso portali di augmented reality

Bibliografia:

  • La formula di Rene Caisse, Ludovico Guarneri, Anima Edizioni, Milano, 1997
  • Viaggio nonostante tutto, Ludovico Guarneri, Tea Edizioni, Milano, 2009
  • La cosa più stupefacente al mondo, Ludovico Guarneri, prefazione di Tiziano Terzani, Anima Edizioni, Milano, 2004

Webliografia:

Note:

  1. http://www.tizianoterzani.com/index.php?option=com_content&view=article&id=19:la-cosa-piu-stupefacente-al-mondo-avventure-di-un-malato-esperto&catid=19:prefazioni-di-terzani&Itemid=23

Tipo di scheda:

InteractiveResource

Soggetto (categoria) da Thesaurus Pico Cultura Italia:

Artisti, Disegnatori di moda, Scrittori

Soggetto (categoria, tags) a testo libero:

malato esperto, medicina complementare, etica, umanizzazione

Voci correlate:

Arte della controinformazione