Snow Michael

Tratto da EduEDA
Versione del 8 Mar 2007 alle 03:41 di Bb (Discussione | contributi)

(diff) ←Older revision | view current revision (diff) | Newer revision→ (diff)
Jump to: navigation, search

Personaggio o Gruppo

Snow Michael

Biografia

http://particle.physics.ucdavis.edu/Graphics/Canada/Snow.jpg

Da non confondere con l'omonimo e più giovane musicista http://www.skellysongs.com/

Michael Snow nacque a Toronto il10 dicembre 1929, dove tutt'ora vive, e studiò all'Upper Canada College e all’Ontario College of Art dove si è laureato nel 1952, ma ha vissuto anche a Montreal, Chicoutimi e a New York.

Egli fece la sua prima esibizione importante nel 1957.

Da allora, la sua arte è diventata nota anche in Europa, e in Nord e Sud America.

Egli è un musicista (poli-strumentista ma principalmente di pianoforte).

Ha lavorato in tutto mondo (per la maggior parte con la CCMC di Toronto), Canada, Stati Uniti, Europa e Giappone.

I suoi film sono stati presentati festival in Australia, Canada, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Giappone, Paesi Bassi e gli Stati Uniti, e archiviati dall'Anthology Film Archives di New York City, dalla Royal Belgian Film Archives, Brussels, e dall'Oesterreichesches Film Museum, Vienna.

Il suo film “Wavelength” vinse il Grand Prize all'International Experimental Film Festival in Belgio (1967).

Un altro film “So Is This” vinse Los Angeles Film Critics (1982).

Michel Snow è anche pittore e scultore, sebbene dal 1962, molto del suo lavoro di galleria è fotografico e olografico.

Tutti le sue diverse opere sono rappresentate in raccolte private e pubbliche in tutto il mondo, incluso per esempio The National Gallery of Canada, the Art Gallery of Ontario (Toronto), the Museum of Modern Art (New York), Museum Ludwig (Cologne and Vienna), Centre Georges Pompidou (Paris), Musée des Beaux-Arts e al Museo d'Arte Contemporanea di Montreal.

Inoltre ha fatto video, film ed installazioni basate sull'importanza del suono , e disegnò libri, ad esempio Micheal Snow/A Esame (1970) e Cover to Cover (1975).

I suoi dipinti, sculture, photoworks e olografia retrospettivi sono stati presentati al Museo di Hara ( Tokio), i suoi film alla Cinémathèquie Française (Paris), Anthology Film Archives e all’Istituto Lumière (Lyons) Power Plant e all' Art Gallery of Ontario nel 1994.

Le esposizioni retrospettive e supplementari sono state montate alla Vancouver Art Galleria e al Museo di Arte Contemporanea (Montreal).

Per questo fu chiamato a partecipare alla riapertura al Centre Pompidou a Parigi nel 2000, e al MoMA a New York nel 2005.

A marzo 2006 i suoi lavori furono inclusi nella Biennale di Whitney.

Sito web

http://www.mikesnow.com

Poetica

http://www.yorku.ca/public/beingontime/phphotographsssss/snow/Snow-georginesm.jpg

Artista, creatore di films e musica, e non solo, anche vere opere multimediali, utilizzando molti mezzi, compreso il disegno, la verniciatura, la scultura e la fotografia.

Parlando dei suoi primi films egli stesso afferma “penso che le due cose più importanti nella mia vita… fossero che mio padre è diventato cieco quando io avevo 15 anni, e che mia madre… è una pianista molto fine.

Ha iniziato ad interessarsi all’arte durante i suoi anni della High School, ed ha cominciato a giocare con la musica con un gruppo così ha sviluppato anche le sue abilità nella pittura dopo un breve stint come artista commerciale, speso 18 mesi che viaggiano in Europa, giocando musica, i musei di visita e disegno.

In seguito ha lanciato la sua carriera nel 1956 con la sua prima mostra e dal 1962 al 1972 ha vissuto in un granaio nella vicinanza di Soho di New York City, dove ha prodotto una serie di pitture chiamate “donne ambulanti„.

Opere

http://www.yorku.ca/public/beingontime/phphotographsssss/snow/Snow-testsm.jpg

"The Windows Suite"

“Flightstop”

“The Audience – SkyDome”

A to Z (1956)

New York Eye and Ear Control (1964)

Short Shave (1965)

Wavelength (1966)

Standard Time (1967)

One Second in Montreal (1969)

Dripping Water (1969)

<----> (Back and Forth) (1969)

Side Seat Paintings Slides Sound Film (1970)

La Région centrale (1971)

Two Sides to Every Story (1974)

'Rameau's Nephew' by Diderot (Thankx to Dennis Young) by Wilma Schoen (1974)

Breakfast (Table Top Dolly) (1976)

Presents (1981)

So Is This (1982)

Seated Figures (1988)

See You Later (1990)

To Lavoisier, Who Died in the Reign of Terror (1991)

Prelude (2000)

The Living Room (2000)

Corpus Callosum (2002)

WVLNT ("Wavelength For Those Who Don't Have the Time") (2003)

Bibliografia

Snow Seen: The Films and Photographs of Michael Snow di Regina Cornwell - 1980

Alain Robbe-Grillet For many, Michael Snow's film One Second in Montreal may be

Figuring Redemption: Resighting My Self in the Art of Michael Snow di Tila Landon Kellman, Michael Snow – 2002

The Collected Writings of Michael Snow di Michael Snow, Louise Dompierre, Michael Snow Project - 1994

Visionary Film.: The American Avant-Garde, 1943-2000. di P. Adams Sitney – 2002

Reprinted in Michael Snow, The Collected Writings of Michael Snow Ithe Michael

Oxford handbook of genitourinary medicine, HIV, and AIDS: m X di Richard Pattman, Michael Snow, Pauline Handy, K. Nathan Sankar, Babiker Elawad

MICHAEL SNOW A Composition on Improvisation

8 This point was first made by Stuart Liebman, to whose article "The Presents of Michael Snow"

8 Ibid. and Art Gallery of Ontario Archives, Michael Snow Fonds, Box 2 1997

Webliografia

http://www.yorku.ca/public/beingontime/phphotographsssss/snow/snowwb1sm.jpg

http://www.artcyclopedia.com/artists/snow_michael.html

http://particle.physics.ucdavis.edu/bios/Snow.html

http://imdb.com/name/nm0811296/

http://web.artprice.com/artistdetails.aspx?idArti=NTcwNzkyNjEyMjc0MjQ2LQ==&src=3&l=it

http://www.mayastendhalgallery.com/vital_signs_bios_snow.html

http://www.yorku.ca/public/beingontime/artists/snow/msnow1.htm

http://www.jackshainman.com/dynamic/artist.asp?ArtistID=18