Matthew Barney

Tratto da EduEDA
Versione del 2 Mar 2008 alle 23:58 di Infoevents (Discussione | contributi) (Collegamenti esterni)

(diff) ←Older revision | view current revision (diff) | Newer revision→ (diff)
Jump to: navigation, search

Personaggio o Gruppo

Matthew Barney (San Francisco, 25 marzo 1967)

http://www.guggenheim.org/artscurriculum/images/headshot_barney.jpg

Biografia

Matthew Barney nacque a San Francisco nel 1967; all'età di sei anni, lui si trasferì nello stato dell' Idaho con tutta la sua famiglia.

Dopo che i suoi genitori divorziarono, Barney continuò a vivere con suo padre in Idaho.

Fu giocatore di football nella sua squadra del liceo.

Nelle frequenti visite a sua madre nella città di New York, venne a conoscenza di arte e musei.

Questo mescolanza di sport ed arte ha influito sul suo lavoro di scultore e regista.

Dopo essersi laureato a Yale nel 1991, Barney ebbe rapidamente successo nel campo artistico.

Lui è noto in maggior misura come produttore e creatore di "CREMASTER" una serie di cinque lavori visualmente stravaganti. ( non in sequenza CREMASTER 4 cominciò il ciclo, seguito da CREMASTER 1 ecc.).

I film rappresentano Barney in ruoli diversi, tra cui un satiro, un mago, un ariete, Harry Houdini ed anche l'infame assassino dal nome Gary Gilmore.

Il titolo dei film si riferisce al muscolo che eleva ed abbassa il sistema riproduttivo maschile secondo la temperatura, la stimolazione esterna, o la paura.

I film sono una grande mistura di storia, autobiografia, e mitologia dentro un universo intensamente particolare nel quale immagini e simboli sono esageratamente livellati ed interconnessi.

La cosmologia risultante è bella e complessa.

Il suo ultimo film della serie, CREMASTER 3, comincia sotto il Chrysler Building della Città di New York ed include scene all'ippodromo di Saratoga, dove cavalli innaturali evidentemente morti corrono dentro una sequenza di sogno, ed al Museo di Guggenheim, dove artista Richard Serra getta Vaselina calda nelle rampe della famosa spirale del Museo.

Il film è elencato per la “release” nel 2002.

Matthew Barney vinse il prestigioso premio europeo alla 45 Biennale di Venezia nel 1996.

Lui era anche stato il primo destinatario del “the Guggenheim Museum’s Hugo Boss Award”.

Barney Matthew è un artista americano che si esprime attraverso opere multimediali, installazioni, scultura, fotografia e disegno.


Sito web

http://www.cremaster.net/

Poetica

http://www.belef.org/04/photos/cremaster_05.jpg

Barney Matthew è un artista americano che si esprime attreverso opere multimediali, installazioni, scultura, fotografia e disegno.

Fin dai suoi primi lavori, il barney ha esplorato il transcendence delle limitazioni fisiche in una pratica di arte multimediale che include le pellicole di particolare-lunghezza, le video installazioni, la scultura, la fotografia ed il disegno.

La sua opera più nota è il ciclo di film The Cremaster, che gli è valso il premio Europa 2000 alla 45° Biennale di Venezia nel 1993 e, nel 1996, lo Hugo Boss Prize indetto dal museo Guggenheim.

Gli anni 2002 e 2003 vedono The Cremaster Cycle proposto in alcune tra le piu' prestigiose realta' espositive mondiali: il Museum Ludwig a Colonia, il Musee d'Art Mo derne de la Ville de Paris e il Solomon R. Guggenheim Museum di New York.

È noto anche per il suo progetto Drawing Restraint realizzato in parte in collaborazione con la sua fidanzata Björk.

Nel 2005 ha presentato il suo ultimo lavoro filmico: Drawing Restraint 9.

La Gladstone Gallery di New York ospita alcune delle opere del progetto, comprese sculture legate alla pellicola, la pellicola stessa e un incompiuto, Drawing Restraint 13: The Instrument of Surrender.

Opere cinematografiche

http://www.belef.org/04/photos/cremaster_04.jpg

  • (1995) Cremaster 4
  • (1996) Cremaster 1
  • (1997) Cremaster 5
  • (1999) Cremaster 2
  • (2002) Cremaster 3
  • (2005) Drawing Restraint 9
  • (2005) De Lama Lamina
  • (2006) Destricted

Bibliografia

Collegamenti esterni