Next 5 Minutes

Tratto da EduEDA
Versione del 30 Mar 2012 alle 16:58 di Tommaso (Discussione | contributi)

(diff) ←Older revision | view current revision (diff) | Newer revision→ (diff)
Jump to: navigation, search
Next 5 Minutes
Questo articolo è solo un abbozzo (stub). Se puoi contribuisci adesso a migliorarlo. - Per l'elenco completo degli stub, vedi la relativa categoria

Titolo:

Next 5 minutes.

Autore:

Lovink Geert Schultz Pit Van der Cruijsen Walter Broeckmann Andreas

Anno:

1996 d.c.

Luogo:

Amsterdam

Descrizione:

«Il Next five minutes», è un incontro internazionale sul rapporto tra tecnologie della comunicazione e sviluppo dei movimenti sociali. Un festival internazionale dedicato ai media tattici (tactical media) e alla fusione tra arte, politica e media. Il temine "media tattici" si riferisce ad un uso critico ed alla teorizzazione di pratiche di uso dei media che si servono di tutte le forme di mezzi di comunicazione vecchi e nuovi, sofisticati e elementari per raggiungere una varietà di obiettivi specifici non-commerciali e dare impulso ad ogni genere di questione politica potenzialmente sovversiva. N5M investiga criticamente le nuove costellazioni politiche ed economiche che evolvono attorno alle nuove strutture di informazione e comunicazione. Le forze omogeneizzanti di convergenza mostrano quanto sia importante tenere attive pratiche mediatiche disparate, variate ed indipendenti che facciano un uso tattico di ogni tipo di media. Esso riunisce artisti, attivisti, hackers accomunati dalla tensione all'uso alternativo, orizzontale e pubblico delle tecnologie di comunicazione. L’incontro prevede dibattiti, performance, installazioni e video proiezioni di singoli e collettivi, provenienti da ogni angolo del globo. Tutta la manifestazione cerca di offrire visioni possibili nell'uso strategico dei media, portando a contatto esperienze concrete e pratiche assodate, con l'unico obiettivo di condividere informazioni ed esperienze in una vasta platea internazionale. Next Five Minutes (I prossimi cinque minuti) è una metafora ironica della impossibilità di predire i cambiamenti veloci, portati dalle tecnologie di comunicazione. L'evento perciò è incentrato sui media come 'change agents', ma non vuole riflettere tanto sul potere abilitante e rivoluzionario delle tecnologie in quanto tali ma, sull'attitudine di singoli e movimenti sociali all'uso di vecchi e nuovi media, come reali strumenti di cambiamento. Next Five Minutes è stato fin dalla prima edizione, 1995, un momento di riflessione e di confronto per chi usa la tecnologia e la comunicazione come strumento di espressione e di denuncia, di organizzazione e di informazione. Il suo merito però non è tanto quello di rappresentare lo stato dell'arte dell'uso, autonomo e dal basso, delle tecnologie, ma quello di prefigurare gli scenari e i territori dei nuovi conflitti disegnati dalla pervasività delle tecnologie e dalla loro penetrazione nelle pratiche dei movimenti sociali.

Sito web:

www.next5minutes.org

Poetica:

L'idea centrale di Next Five Minutes è quella di interrogarsi sull'uso tattico dei media, sulla capacità individuale e collettiva di adattarli alle situazioni di conflitto sociale e politiico, trasformando telecamere, microfoni e computer in potenti strumenti di critica e di opposizione.

Collezione:

Durante le varie edizioni di next 5 minutes sono nate radio associazioni tv di quartiere , per diffondere gli incontri dell’evento in tempo reale, un archivio che vuole essere esempio dei rapporti tra media e mondo sociale e la piattaforma di Indymedia.

Webliografia:

http://www.tmcrew.org/csa/l38/wwi/n5m.htm http://www.tmcrew.org/tacticalmedia/ http://www.lutherblissett.net/archive/466_it.html http://www.wile.it/ludik/tmow05.htm