Phrack

Tratto da EduEDA
Versione del 17 Set 2010 alle 16:38 di Nigola.g (Discussione | contributi)

(diff) ←Older revision | view current revision (diff) | Newer revision→ (diff)
Jump to: navigation, search

Titolo:

Phrack

Autore:

Knight Lightning e Taran King

Anno:

1985

Luogo:

Sito web:

Descrizione:

Knight Lightning e Taran King sono i due fondatori di Phrack (unione di phreak e hack) e diventano due dei principali giornalisti dell'underground hacker. La rivista nasce all'interno dei BBS metal Shop AE, Metal Shop Private e Metal Shop Brewery. Quando Knight Lightning e Taran King vanno all'università usano i mainframe universitari per far circolare Phrack su Bitnet e attraverso tale rete su Internet. Ci sarà anche una grossa collaborazione tra Phrack e la Legion of Doom. Phrack diventerà una delle riviste più ospitate nelle BBS hackers (Sterling, 1992, pag. 79-80 e 84). Organizzerà ogni estate degli incontri fisici dal nome Summercon in cui si riuniranno hackers provenienti da tutto il paese. Nel 1988 un finto hacker, Dictator, in realtà un infiltrato del Servizio Segreto, insieme ad un gruppo di agenti, filma di nascosto la convention di hacker SummerCon. Tali filmati saranno nel 1990 recuperati e portati come arma della difesa al processo contro gli hackers dell'Operazione Sundevil , in quanto ne risulta venir fuori la dimostrazione che tale convention era assolutamente legale e priva di ogni tipo di reato. Phrack e la rivista 2600 costituiranno il punto di riferimento per tutta la cultura underground dei BBS. Nella metà degli anni ottanta, su Phrack, vol. 1, n. 6, file 3 esce l'articolo La Tecnorivoluzione di Dr. Crash in cui si legge: "L'hackeraggio deve continuare. Dobbiamo introdurre a quest'arte dei nuovi arrivati... E qualunque cosa facciate, continuate la lotta. Sia che lo sappiate, sia che non lo sappiate, se siete degli hacker siete dei rivoluzionari. Non preoccupatevi, siete dalla parte giusta" (Sterling, 1992, pag. 60). Nel 1988 sul numero dell'8 agosto di Phrack viene pubblicata una lunghissima lista di gruppi hackers, mentre nel n. 31, disponibile in Rete, si può trovare The History of Legion of Doom.

Collezione:

Genere artistico di riferimento:

Bibliografia:

Webliografia: