Reparto di informatica musicale CNR di Pisa - Divisione musicologica CNUCE: differenze tra le versioni

Tratto da EduEDA
Jump to: navigation, search
(Bibliografia:)
Riga 163: Riga 163:
 
*[[S 2F M - Studio di Fonologia Musicale di Firenze|Studio di fonologia - Conservatorio di Firenze]]   
 
*[[S 2F M - Studio di Fonologia Musicale di Firenze|Studio di fonologia - Conservatorio di Firenze]]   
  
 +
*[[TELETAU]]
  
 
[[categoria:Enti]]
 
[[categoria:Enti]]

Revisione 15:01, 2 Gen 2013

Reparto di informatica musicale CNR di Pisa - CNUCE


Foto-reparto-inf.jpg

Denominazione/sigla (acronimo):

Reparto di informatica musicale CNR di Pisa

Anno di Fondazione/costituzione:

1965

Sede:

Pisa, via santa maria 36 – 56126, PI

Organi (struttura, organico, esponenti e collaboratori):

Direttore: Pietro Grossi

Spazi utilizzati:

I.E.I. CNR, Pisa, via santa maria 46 – 56126, PI

Contatti:

Sito ufficiale:

Obiettivi:

Il reparto d'informatica musicale di Pisa aveva fra i suoi principali scopi la ricerca e la progettazione di hardware e software da utilizzare in ambito musicale.

Settori di intervento:

Attività :

La ricerca di tipo applicativo era fra le principali attività del reparto ed era orientata verso temi e problematiche quali: progettazione di sistemi digitali per la sintesi e l'elaborazione di segnali audio, la progettazione e realizzazione di strumenti software per la definizione ed il controllo di algoritmi di sintesi e di trattamento di segnali audio, sviluppo e formalizzazione di metodologie compositive con particolare attenzione alle tecniche di interazione live, studio e progettazione di interfacce wireless uomo-macchina.

Origine e storia:

L’attività di ricerca sull'informatica musicale nasce nel 1965 con la creazione del reparto di informatica musicale presso l’istituto pisano CNUCE (Centro Nazionale Universitario di Calcolo Elettronico) grazie alla volontà del musicista Pietro Grossi. Verso la fine degli anni sessanta le attività di ricerca del reparto erano incentrate sui temi di automazione dei processi creativi, sulla codifica della musica, la creazione di archivi e sull' esecuzione attraverso la strumentazione analogica.

Nel 1974 il CNUCE è passato a far parte del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). Parallelamente si è sviluppata una collaborazione con il Conservatorio L. Cherubini di Firenze, presso cui lo stesso Pietro Grossi era docente di violoncello, fondatore dello studio di fonologia, del corso straordinario di musica elettronica del Conservatorio L. Cherubini e successivamente anche del corso straordinario di informatica musicale.

Un importante progetto realizzato dal Reparto d'informatica musicale di Pisa è stato il terminale TAU2 e il relativo programma di elaborazione TAUMUS, residente sul sistema IBM 370/168 del CNUCE.

[...] Il sistema TAU-TAUMUS [è] un complesso di apparecchiature elettroniche (hardware) e di programmi per computer (software) che consente la memorizzazione, composizione, rielaborazione ed esecuzione in tempo reale di brani musicali […] [1]

Verso la metà degli anni ottanta, ad opera di Graziano Bertini e Leonello Tarabella, le attività di ricerca cambiano direzione e il reparto inizia una nuova fase di ricerca incentrata sulla tematica dell'interazione uomo-macchina nella performance live e quindi più specificatamente sulla progettazione e creazione di hardware e software che consentano di programmare algoritmi di sintesi e di estemporanea elaborazione di segnali reali.

Attualmente l'istituto CNUCE è confluito, insieme all'istituto elaborazione dell'informazione (IEI), in un unico istituto che si chiama ISTI (Istituto di scienza e tecnologia dell'informazione A: Faedo) .

Quello che prima era denominato Reparto d'informatica musicale nella sua configurazione storica non esiste più, essendo divenuto parte dell'attuale sezione ISTI denominata Signals and Images Laboratory - SI ). Come si evince dal nome della nuova sezione, gli interessi e le attività di ricerca adesso sono rivolti anche all'immagine e sono più ampie includendo temi quali: ricostruzione e manipolazione d’immagini multidimensionali, biologia computazionale, intelligenza computazionale nei metodi di visione dei computer per categorizzare ed interpretare le immagini eterogenee, multimodali e multi sorgente (multi source).

Dotazione tecnica (sistemi/software/attrezzature…):

Progetti (realizzati/in itinere/da realizzare):

Produzioni:

Opere prodotte per strumenti ed elettronica (selezione):

  • LUNARE – Leonello Tarabella, per wind controller, elaboratore e T81Z, 1988
  • PLANETARIO - Leonello Tarabella, per wind controller, elaboratore e T81Z, 1989
  • SERENADE - Leonello Tarabella, per wind controller, elaboratore e MARS, 1994
  • SCIARADA – Paolo Carosi, per flauto, pitch-midi converter, elaboratore e TG55, 1989
  • WAKI, Paolo Carosi, per flauto, pitch-midi converter, elaboratore e TG55, 1990
  • SYNAPSIS, Paolo Carosi, per strumenti, LightBaton, elaboratore e TG55, 1991
  • ANTICA PAROLA – Alfonso Belfiore, per contrabbasso ed elaboratore, 1991
  • RICERCARE III - Mauro Lupone, per basso tuba e MARS, 1994
  • CI SARANNO ALTRI GIORNI - Mauro Lupone, per voce recitante, flauto e MARS, 1994

Opere prodotte per Teatro Musicale (selezione):

  • TENERI MORMORII DEGLI ASTRI – Alfonso Belfiore, sinfonia concertante per voci umane, elaboratore e corpi celesti, 1989
  • FOR ELECTRA - Alfonso Belfiore, per voci recitanti e computer music, 1990
  • DON CHISCIOTTE - Alfonso Belfiore, per elaboratore e strumenti, 1994
  • LA CITTA' SOMMERSA - Alfonso Belfiore, per elaboratore e strumenti,1994

Pubblicazioni:

Fare riferimento a: http://www.isti.cnr.it/research/publications.php

Manifestazioni:

File multimediali:

Video:

Audio:

Altro:

Augmented reality:

Latitudine: 43.71899

Longitudine: 10.39752

Bibliografia:

  • Camurri Antonio, Canepa Corrado (a cura di), IX CIM (colloquio di informatica musicale), la prima coop genovese, Genova, 1991
  • Grossi Pietro, Musica senza musicisti(scritti 1966/1986, Camilleri L., Carreras L., Mayr A. (a cura di), Toscana Nuova, Firenze , 1987
  • Marinelli Elisabetta (a cura di), Il complesso di Elettra, Mappa ragionata dei centri di ricerca e produzione musicale in Italia, CIDIM, Roma, 1995

Webliografia:

Note:

  1. Grossi Pietro, Musica senza musicisti(scritti 1966/1986, Camilleri L., Carreras L., Mayr A. (a cura di), Toscana Nuova, Firenze , 1987

Tipo di scheda:

InteractiveResource

Soggetto (categoria) da Thesaurus Pico Cultura Italia:

http://culturaitalia.it/pico/thesaurus/4.1#enti_per_la_formazione_e_la_ricerca

Soggetto (categoria, tags) a testo libero:

Voci correlate:

  • Dipartimento di Musica e Nuove Tecnologie - Conservatorio di Firenze